Marche
Regioni Italiane
Risorsa gratuita vers.BETA
Marche
Regioni



  Marche Carta d'identità
  Marche I Comuni
  Regione Marche carta d'identità
Il nome della regione (usato ufficialmente nelle forma plurale di "Marche" solo a partire dal 1815), di origine storica, deriva dal tedesco Mark e indica un insieme di territori di frontiera, "di marca" appunto, istituiti nel Medioevo, rimasti a lungo divisi e col tempo aggregati in una sola unità amministrativa. Regione senza pianure, le Marche partono dall'aspro Appennino Umbro-Marchigiano e digradano fino al Mare Adriatico in un susseguirsi di altipiani e di piccole valli percorse da brevi fiumi o da torrenti e dominate da antiche borgate.

Le Province della regione Marche
La provincia di AnconaI comuni di Ancona
La provincia di Ascoli PicenoI comuni di Ascoli Piceno
La provincia di MacerataI comuni di Macerata
La provincia di Pesaro e UrbinoI comuni di Pesaro e Urbino
Marche Codice ISTAT: 11

Stato: Italia



breve storia della Regione  Marche:
Una regione divisa in storie gravitanti intorno alle aree limitrofe, Emilia e Romagna, Abruzzo, Umbria e Lazio, e la sola Ancona con il suo territorio relativamente indipendente, eppure, una terra dove la storia ha lasciato segni indelebili. Il primo popolo che abitò queste terre furono i Piceni, poi giunsero i Galli, in seguito, i due popoli si allearono contro Roma, ma furono vinti e più tardi si unirono ad essa durante le guerre puniche. Vennero poi le invasioni: le guerre tra Ostrogoti e Bizantini e la calata dei Longobardi seminarono rovine in tutta la regione. Quando Carlo Magno vinse i Longobardi donò gran parte di queste terre allo stato pontificio che cominciò la lotta contro i feudatari padroni delle Marche. Nel trecento ebbe inizio l'epoca delle Signorie, che vide l'affermarsi di gloriose famiglie nelle varie città. Le Signorie del secolo XIII al XVI furono autonome, ma vennero poi riconquistate allo Stato pontificio del cardinale Albornoz. Salvo il breve periodo napoleonico, le Marche appartennero alla Chiesa fino al 1860, quando, a Castelfidardo, i soldati pontifici furono sconfitti dall'esercito piemontese, e le Marche, annesse prima al Piemonte, entrarono poi con le altre regioni liberate a far parte del Regno d'Italia.
confini della Regione di  Marche:
Marche Regione amministrativa dell'Italia centrale. Affacciata a est sul mare Adriatico, confina con l'Emilia Romagna e con la Repubblica di San Marino a nord, con la Toscana e con l'Umbria a ovest, con l'Abruzzo e per un breve tratto con il Lazio a sud. È ripartita nelle province di Ancona, Ascoli Piceno, Macerata e Pesaro e Urbino; il capoluogo regionale è Ancona. Le Marche si estendono per 9.693 km² e hanno una popolazione di 1.429.205 abitanti. Il mare a est e l'Appennino a ovest delimitano nettamente su due lati il territorio marchigiano; il confine settentrionale non poggia su elementi fisici, quello meridionale è segnato in parte dal tratto finale del fiume Tronto.