Campania
Regioni Italiane
Risorsa gratuita vers.BETA
Campania
Regioni



  Campania Carta d'identità
  Campania I Comuni
  Regione Campania carta d'identità
Il nome di "Campania" può sembrare abbastanza incongruo per designare una regione che in effetti è, per oltre cinque sesti, montuosa o collinare, nonché in gran parte formata da terreni poco fertili, quindi inadatti all'agricoltura. In effetti il nome indicò in origine solo l'area pianeggiante della regione, abitata dalla popolazione degli osci, che corrisponde a grandi linee all'attuale Terra di Lavoro (in provincia di Caserta), il cui centro principale era Capua; da questa città trasse il nome il territorio circostante, cioè l'Agro Campano. Il termine di Campania in funzione amministrativa scomparve in epoca medievale ? per secoli si parlò solo di Regno di Napoli ? e tornò in uso solo con l'unità d'Italia.

Le Province della regione Campania
La provincia di AvellinoI comuni di Avellino
La provincia di BeneventoI comuni di Benevento
La provincia di CasertaI comuni di Caserta
La provincia di NapoliI comuni di Napoli
La provincia di SalernoI comuni di Salerno
Campania Codice ISTAT: 15

Stato: Italia



breve storia della Regione  Campania:
Una terra che ha sempre vissuto le contraddizioni di una storia travagliata e nobile insieme. Attraverso i secoli ha dato vita a una forte cultura popolare, che custodisce gelosamente le proprie radici e la propria identità. Furono i sanniti i primi invasori, poi vennero i Romani. Roma costruì strade, ponti, acquedotti, archi, anfiteatri; aprì porti, edificò templi. Le città campane divennero ricche , grandi, popolose i commerci sempre più grandi e sorsero attività industriali. Una parte della storia è costituita dall'attività del Vesuvio, il terribile vulcano che ha provocato immani catastrofi. Dopo Roma arrivarono i Longobardi, Bizantini, Ostrogoti e Visigoti. Seguirono gli Svevi, Francesi, e Spagnoli che ridussero in misere condizioni la regione. Ci furono poi le riforme del decennio napoleonico, a cui seguì il nuovo governo dei Borboni, che durò fino l'impresa dei Mille, nel 1860. Poi il plebiscito sancì l'annessione al Regno d'Italia. Da quel momento la storia della Campania si fuse con quella d'Italia.
confini della Regione di  Campania:
La Campania si affaccia a ovest e a sud-ovest sul mar Tirreno e confina con il Lazio e il Molise a nord, la Puglia a est, la Basilicata a est e sud-est. È ripartita nelle province di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno; il capoluogo regionale è Napoli. Dipendono amministrativamente dalla regione (in provincia di Napoli) le isole Partenopee. La regione non è particolarmente vasta (13.595 km²) ma, con 5.630.280 abitanti, può dirsi notevolmente popolata; in valori assoluti solo la Lombardia ne conta di più. Tra i pochi limiti fisicamente delineati vi è un breve tratto del fiume Garigliano, al confine con il Lazio, il massiccio del Matese, al confine con il Molise, e i monti della Daunia, al confine con la Puglia.